Discussione:
Quanti server virtuali creare ?
(troppo vecchio per rispondere)
don
2008-05-16 14:35:45 UTC
Permalink
Situazione: devo creare una struttura che includa i servizi AD, un paio di
Exchange 2007 (entrami con gestione della posta sia in ingresso che in
uscita ), un paio di DNS (primario e backup), un paio di server WEB (uno da
usare come test, l'alktro per la produzione), un paio di SQL Server (uno da
usare come test, l'altro per la produzione) e almeno un server da usare per
isntallazioni di test (es Office SharePoint Server 2007,ecc.) e uno da
utilizzare per uso interno (file server e menate simili)
Ho a disposizione 2 server HP DL380G5 ognuno dei quali dispone di 16GB di
RAM, doppio Xeon Quad Core e 8 hard disk sas da 146 GB.
Posso acquistare licenze win2008 sia standard, che datacenter....
Secondo voi quanti server virtuali creare, quali utilizzare per quali
servizi... e... usare magari alcuni server virsulai in configurazione
cluster ? sono sufficienti i server ? (max 100 utenti, con poca posta, una
decina di database max 100 GB totali e una decina di siti web)

Grazie per le info..

Don
Luca Bianchi
2008-05-17 10:55:18 UTC
Permalink
Post by don
Situazione: devo creare una struttura che includa i servizi AD, un paio di
Exchange 2007 (entrami con gestione della posta sia in ingresso che in
uscita ), un paio di DNS (primario e backup), un paio di server WEB (uno
da usare come test, l'alktro per la produzione), un paio di SQL Server
(uno da usare come test, l'altro per la produzione) e almeno un server da
usare per isntallazioni di test (es Office SharePoint Server 2007,ecc.) e
uno da utilizzare per uso interno (file server e menate simili)
I 2 DC possono ospitare anche i DNS + 2 server exchange (intendi un front
end + un backend?) + 2 web server + 2 SQL Server + 1 server dall'utilizzo
non meglio identificato + 1 file server sono un totale di 10 server da
virtualizzare.
Post by don
Ho a disposizione 2 server HP DL380G5 ognuno dei quali dispone di 16GB di
RAM, doppio Xeon Quad Core e 8 hard disk sas da 146 GB.
...è anche troppo... :-)
Post by don
Posso acquistare licenze win2008 sia standard, che datacenter....
...la datacenter non ti serve affatto... magari la enterprise se vuoi
realizzare un cluster
Post by don
Secondo voi quanti server virtuali creare,
...la lista l'hai fatta tu, esce un totale di 10 server.
Post by don
usare magari alcuni server virsulai in configurazione cluster ?
Questo dipende da quali e quanti sono i servizi critici che suggerirebbero
di essere clusterizzati, ma tieni presente che un cluster virtuale ha senso
solo ed esclusivamente se i 2 nodi sono su macchine fisiche distinte (lo
stesso vale per i 2 DC anche se non saranno clusterizzati). Non hai detto se
hai una SAN; se non ce l'hai ti manca lo storage condiviso da far vedere ai
2 nodi del cluster, quindi... come intenderesti realizzare un cluster?!?
Post by don
sono sufficienti i server ? (max 100 utenti, con poca posta, una decina di
database max 100 GB totali e una decina di siti web)
Sono abbondanti. In termini di risorse ne bastavano la metà. In questi casi
sarebbe stato meglio avere 4 server ciascuno dei quali con la metà delle
caratteristiche dei server che hai a disposizione. In caso di fault di uno
dei server sarebbe più agevole spalmare le macchine virtuali sui 3 server
superstiti...
Post by don
Grazie per le info..
Don
Bye
--
Luca Bianchi
Microsoft MVP - SQL Server
http://community.ugiss.org/blogs/lbianchi
don
2008-05-17 16:39:27 UTC
Permalink
Post by Luca Bianchi
I 2 DC possono ospitare anche i DNS + 2 server exchange (intendi un front
end + un backend?) + 2 web server + 2 SQL Server + 1 server dall'utilizzo
non meglio identificato + 1 file server sono un totale di 10 server da
virtualizzare.
preferivo lasciare i DNS separati da AD in modo da usare il DNS di AD per
motivi itnerni e lasciare
i 2 DNS per la risoluzione dei nome dei siti
i server exchange servono per separare gli utenti in base ai servizi da
fornire..
Ad esempio.. come antispam uso ironport che però deve essere usato solo per
alduni domini
Altri domini (degli utenti che non vogliono l'antispam e altre soucce)
preferisco gestirli in modo separato
Quindi 1 server exchange da dedicare agli utneti itnerni e a quelli che
vogliono i servizi ironport,
il secondo server exchange per gli altri.
Post by Luca Bianchi
Post by don
Ho a disposizione 2 server HP DL380G5 ognuno dei quali dispone di 16GB di
RAM, doppio Xeon Quad Core e 8 hard disk sas da 146 GB.
...è anche troppo... :-)
be.. tenendo conto di un RAID 10 in totlae mi rimangono sui due server
1.168 MB, e se
ipotizzo i 10 server ho in media 3 GB di RAM per server... non mi sembrano
nuemri eccessivi...
Post by Luca Bianchi
Post by don
Posso acquistare licenze win2008 sia standard, che datacenter....
...la datacenter non ti serve affatto... magari la enterprise se vuoi
realizzare un cluster
e fin qui ok... vedrò che fare con i cluster...
Post by Luca Bianchi
Post by don
Secondo voi quanti server virtuali creare,
...la lista l'hai fatta tu, esce un totale di 10 server.
be non necessariamente 10... 10 è una possibile soluzione ma potrebbero
essercene altre...
Post by Luca Bianchi
Post by don
usare magari alcuni server virsulai in configurazione cluster ?
Questo dipende da quali e quanti sono i servizi critici che suggerirebbero
di essere clusterizzati, ma tieni presente che un cluster virtuale ha
senso solo ed esclusivamente se i 2 nodi sono su macchine fisiche distinte
(lo stesso vale per i 2 DC anche se non saranno clusterizzati). Non hai
detto se hai una SAN; se non ce l'hai ti manca lo storage condiviso da far
vedere ai 2 nodi del cluster, quindi... come intenderesti realizzare un
cluster?!?
vero.. ma in alternativa all'unità di memorizzazione condivisa posso pensare
di
ricorrere ad un terzo server e sfruttare altri tipi di cluster...
Post by Luca Bianchi
Post by don
sono sufficienti i server ? (max 100 utenti, con poca posta, una decina
di database max 100 GB totali e una decina di siti web)
Sono abbondanti. In termini di risorse ne bastavano la metà. In questi
casi sarebbe stato meglio avere 4 server ciascuno dei quali con la metà
delle caratteristiche dei server che hai a disposizione. In caso di fault
di uno dei server sarebbe più agevole spalmare le macchine virtuali sui 3
server superstiti...
Be.. server più piccoli ... il DL380 o altri costano più o meno uguali... il
rpezzo
vero lo fanno i dischi e le memorie.. e li puoi prendere quello che vuoi ma
il
costo totale rimane.. poi da quello che mi risulta.. ma potrei sbagliarmi..
non
mi pare che Hyper-V comn 2008 possa essere usato su tutti i server...
Mi pare di aver visto un elenco in cui comparivano dei DELL e come HP solo
i 380 e i 580 ( be i 380 già li avevo.. quindi...)
Post by Luca Bianchi
Post by don
Grazie per le info..
Don
Bye
Ciao

Don
Luca Bianchi
2008-05-18 17:49:11 UTC
Permalink
Post by don
preferivo lasciare i DNS separati da AD in modo da usare il DNS di AD per
motivi itnerni e lasciare
i 2 DNS per la risoluzione dei nome dei siti
Ad AD serve necessariamente la presenza di uno o più server autoritativi per
il dominio, quindi dei server DNS "interni" ti servono. Quelli esterni li ha
già il fornitore che ti da il servizio di connettività (e dubito che tu sia
un "fornitore" che debba avere un suo DNS da "distribuire" ai clienti),
quindi dai server interni puoi impostare il forward verso i DNS del tuo
fornitore e non ti serve altro...
Post by don
be.. tenendo conto di un RAID 10 in totlae mi rimangono sui due server
1.168 MB, e se
ipotizzo i 10 server ho in media 3 GB di RAM per server... non mi sembrano
nuemri eccessivi...
Ai DC (comprensivi di DNS) bastano 512 Mb ciascuno o anche meno; per il file
server 1 GB è fin troppo; i server web, pur non conoscendo il tipo di
applicazioni che svolgono, 3 GB mi sembrano abbondanti così come i server di
test (dove anche qui 3 GB mi sembrano sovradimensionati) non saranno
utilizzati tutti insieme...
Post by don
be non necessariamente 10... 10 è una possibile soluzione ma potrebbero
essercene altre...
...ma possiamo entrare nel merito solo di quello che dici; tutto quello che
è nella tua testa il newsgroup non lo sa... ;-)
Post by don
vero.. ma in alternativa all'unità di memorizzazione condivisa posso
pensare di
ricorrere ad un terzo server e sfruttare altri tipi di cluster...
...solo NLB per i web server. Per i failover cluster (exchange, SQL Server,
ecc) ti serve necessariamente uno storage condiviso...
Post by don
mi pare che Hyper-V comn 2008 possa essere usato su tutti i server...
Mi pare di aver visto un elenco in cui comparivano dei DELL e come HP solo
i 380 e i 580 ( be i 380 già li avevo.. quindi...)
...conosco molte persone che lo hanno installato sul proprio portatile...
Post by don
Ciao
Don
Bye
--
Luca Bianchi
Microsoft MVP - SQL Server
http://community.ugiss.org/blogs/lbianchi
don
2008-05-19 06:39:31 UTC
Permalink
Post by Luca Bianchi
Ad AD serve necessariamente la presenza di uno o più server autoritativi
per il dominio, quindi dei server DNS "interni" ti servono. Quelli esterni
li ha già il fornitore che ti da il servizio di connettività (e dubito che
tu sia un "fornitore" che debba avere un suo DNS da "distribuire" ai
clienti), quindi dai server interni puoi impostare il forward verso i DNS
del tuo fornitore e non ti serve altro...
mica vero.. se sono mantainer e voglio pubblicare dei siti web.. in genere
il fornitore della
linea ti da solo gli indirizzi IP, il resto te lo devi getire tu.. quindi i
server DNS ti servono..
o almeno con i provider che uso io (mclink, albacom, telecom) la cosa è
così..
Ti danno il servizio DNS se registri un dominio da loro, o se paghi di più..
Il NIC fino a poco tempo fa ti dava la possibilità di usare un DNS suo, e
usare il tuo
come backup.. ma prossimamente (anzi già da ora) non si potrà più utilizzare
tale servizio..
Post by Luca Bianchi
Ai DC (comprensivi di DNS) bastano 512 Mb ciascuno o anche meno; per il
file server 1 GB è fin troppo; i server web, pur non conoscendo il tipo di
applicazioni che svolgono, 3 GB mi sembrano abbondanti così come i server
di test (dove anche qui 3 GB mi sembrano sovradimensionati) non saranno
utilizzati tutti insieme...
che il sistema possa bastare ci può anche stare.. almeno lo spero... vedremo
poi
le prestazioni reali che si ottengono
Post by Luca Bianchi
...ma possiamo entrare nel merito solo di quello che dici; tutto quello
che è nella tua testa il newsgroup non lo sa... ;-)
infatti ho chiesto dei consigli per vedere se qualcuno aveva un'ipotesi di
architettura
che poteva essere interessante...
Post by Luca Bianchi
Post by don
vero.. ma in alternativa all'unità di memorizzazione condivisa posso
pensare di
ricorrere ad un terzo server e sfruttare altri tipi di cluster...
...solo NLB per i web server. Per i failover cluster (exchange, SQL
Server, ecc) ti serve necessariamente uno storage condiviso...
"Configure your cluster so that the quorum is not a single point of
failure. With improvements in failover clusters, you can use the two cluster
models that previously existed-the quorum resource model and the majority
node set model-or a "hybrid" of the two. For example, in a two-node cluster,
you can specify that if the quorum disk (now called a "witness disk")
becomes unavailable, the cluster continues running as long as the copies of
the cluster configuration database on the two nodes remain available"

quindi mi pare di capire... (a parte il mio pessimo inglese)... che posso
usare non solo un'architettura cluster con quorum condiviso, ma anche
un'architettura majority node set o eventualmente un mix delle due... a meno
che questo non valga per
i cluster creati con macchine virtuali in hyper-v...
Post by Luca Bianchi
Post by don
mi pare che Hyper-V con 2008 possa essere usato su tutti i server...
Mi pare di aver visto un elenco in cui comparivano dei DELL e come HP solo
i 380 e i 580 ( be i 380 già li avevo.. quindi...)
...conosco molte persone che lo hanno installato sul proprio portatile...
tanto meglio..

http://technet2.microsoft.com/windowsserver2008/en/library/8342173f-a5e5-463c-b959-8260cf47d4521033.mspx?mfr=true
Hyper-V requires an x64-based processor (almeno per la beta.. magari con la
pre-release le cose son cambiate)
hanno notebook con processori x64... o mi sono perso qualcosa ?

Ciao e grazie per le info

Don
Luca Bianchi
2008-05-19 10:21:02 UTC
Permalink
Post by don
mica vero.. se sono mantainer e voglio pubblicare dei siti web..
...non avresti solo 2 server fisici... e avresti una struttura da non aver
bisogno di porre queste domande ad un newsgroup; o almeno non farlo sapere
ai tuoi clienti... :-)
Post by don
Post by Luca Bianchi
...solo NLB per i web server. Per i failover cluster (exchange, SQL
Server, ecc) ti serve necessariamente uno storage condiviso...
"Configure your cluster so that the quorum is not a single point of
failure. With improvements in failover clusters, you can use the two
cluster models that previously existed-the quorum resource model and the
majority node set model-or a "hybrid" of the two. For example, in a
two-node cluster, you can specify that if the quorum disk (now called a
"witness disk") becomes unavailable, the cluster continues running as long
as the copies of the cluster configuration database on the two nodes
remain available"
quindi mi pare di capire... (a parte il mio pessimo inglese)... che posso
usare non solo un'architettura cluster con quorum condiviso, ma anche
un'architettura majority node set o eventualmente un mix delle due... a
meno che questo non valga per
i cluster creati con macchine virtuali in hyper-v...
Per il quorum hai letto bene... non è necessario un disco condiviso... Ma i
dati (database nel caso di SQL Server, storage group per Exchange, ecc) dove
li metteresti se non in uno storage condiviso...? :-)
Post by don
http://technet2.microsoft.com/windowsserver2008/en/library/8342173f-a5e5-463c-b959-8260cf47d4521033.mspx?mfr=true
Hyper-V requires an x64-based processor (almeno per la beta.. magari con
la pre-release le cose son cambiate)
hanno notebook con processori x64... o mi sono perso qualcosa ?
Tutti i processori della serie T7000 e superiori lo sono (di sicuro
commercializzati già nel dicembre 2006)... questo per i notebook... i server
x64 risalgono a molto prima...
Post by don
Ciao e grazie per le info
Don
Bye
--
Luca Bianchi
Microsoft MVP - SQL Server
http://community.ugiss.org/blogs/lbianchi
don
2008-05-19 12:08:19 UTC
Permalink
Post by Luca Bianchi
Post by don
mica vero.. se sono mantainer e voglio pubblicare dei siti web..
...non avresti solo 2 server fisici... e avresti una struttura da non aver
bisogno di porre queste domande ad un newsgroup; o almeno non farlo sapere
ai tuoi clienti... :-)
non necessariamente un maintainer deve gestire centiania o migliai di siti e
avere un web farm a livello ITNET
comuqnue la struttura già c'è e funziona da diversi anni senza problemi,
quindi no problem se i clienti lo sanno o no visto
che il servizio funziona...
l'idea è quella di passare ad una struttura più snella con possibilità di
future espansioni e avere anche una suddivisione
dei servizi che per ora sono centralizzati in pochi server (6)
se la cosa funziona come dovrebbe.... posso sempre aggiornare i DL380 che ho
e sfruttare bene la virtualizzazione..

per quanto riguarda il bisogno di porre domena sul newsgroup... c'è sempre
qualcosa da imparare e qualcuno potrebbe avere idee migliori o più
originali... quindi ben venga qualsiasi consiglio
Post by Luca Bianchi
Per il quorum hai letto bene... non è necessario un disco condiviso... Ma
i dati (database nel caso di SQL Server, storage group per Exchange, ecc)
dove li metteresti se non in uno storage condiviso...? :-)
anche qui potrei sbagliarmi.. ma.. usando ad esempio in Exchange 2007 la
Continuos Cluster Replication (CCR) non è possibile eliminare il problema di
un eventuale guasto dello storage condiviso ridondando sia i servizi che il
database ? in tal modo si dovrebbe eliminare l'esigenza di usare lo storage
condiviso.. o no ?

Ciao e grazie per le info

Don
Luca Bianchi
2008-05-19 12:39:18 UTC
Permalink
Post by don
per quanto riguarda il bisogno di porre domena sul newsgroup... c'è sempre
qualcosa da imparare e qualcuno potrebbe avere idee migliori o più
originali... quindi ben venga qualsiasi consiglio
...attenzione che le affermazioni alle quali stai rispondendo (mi sembra con
un tono di risentimento), avevano tutte degli smiles stanti ad indicare il
mio tono scherzoso...
Post by don
anche qui potrei sbagliarmi.. ma.. usando ad esempio in Exchange 2007 la
Continuos Cluster Replication (CCR) non è possibile eliminare il problema
di un eventuale guasto dello storage condiviso ridondando sia i servizi
che il database ? in tal modo si dovrebbe eliminare l'esigenza di usare lo
storage condiviso.. o no ?
In questo caso non hai bisogno di uno storage condiviso, ma entriamo in un
terreno dove sono presenti delle specificità/peculiarità dei singoli
prodotti.
Per Exchange puoi utilizzare CCR; per SQL Server ti potrei indicare il
Database Mirroring; per il file server il DFS rende superfluo ricorrere ad
un cluster... insomma tutte funzionalità che, pur aiutandoti a raggiungere
elevati livelli di servizio, non hanno nulla a che vedere con il cluster (o
quasi)...
Post by don
Ciao e grazie per le info
Don
Bye
--
Luca Bianchi
Microsoft MVP - SQL Server
http://community.ugiss.org/blogs/lbianchi
don
2008-05-19 17:27:42 UTC
Permalink
">
Post by Luca Bianchi
...attenzione che le affermazioni alle quali stai rispondendo (mi sembra
con un tono di risentimento), avevano tutte degli smiles stanti ad
indicare il mio tono scherzoso...
nessun risentimento...tutt'altro...ho solo indicato le cose come stanno
tutto li...
Post by Luca Bianchi
Post by don
anche qui potrei sbagliarmi.. ma.. usando ad esempio in Exchange 2007 la
Continuos Cluster Replication (CCR) non è possibile eliminare il problema
di un eventuale guasto dello storage condiviso ridondando sia i servizi
che il database ? in tal modo si dovrebbe eliminare l'esigenza di usare
lo storage condiviso.. o no ?
In questo caso non hai bisogno di uno storage condiviso, ma entriamo in un
terreno dove sono presenti delle specificità/peculiarità dei singoli
prodotti.
Per Exchange puoi utilizzare CCR; per SQL Server ti potrei indicare il
Database Mirroring; per il file server il DFS rende superfluo ricorrere ad
un cluster... insomma tutte funzionalità che, pur aiutandoti a raggiungere
elevati livelli di servizio, non hanno nulla a che vedere con il cluster
(o quasi)...
mah.. sono perplesso... allora se i cluster si possono fare utilizzando
alternative allo
storage condiviso, e le varie applicazioni dispongono di eventuali metodi
alternativi
che rendono 'inutile' lo storage condiviso, visto che tale storage può
costituire
il punto debole del sistema... perchè sei così convinto che la soluzione
migliore sia
quella dei due nodi con quorum condiviso ?

a maggior ragione aggiungendo un terzo o eventualmente un quarto server (in
teoria se riciclo
quelli che ho arrivo a 6) potrei creare addirittura dei cluster a 6 nodi
senza storage condiviso
ottenendo una buona ridondanza... quindi ?... compro uno storage oppure uso
più server ?

Ciao

Don
Luca Bianchi
2008-05-19 17:56:29 UTC
Permalink
Post by don
mah.. sono perplesso... allora se i cluster si possono fare utilizzando
alternative allo storage condiviso, e le varie applicazioni dispongono di
eventuali metodi alternativi che rendono 'inutile' lo storage condiviso,
NO, attenzione... gli altri NON SONO CLUSTER!!!
Post by don
visto che tale storage può costituire
il punto debole del sistema... perchè sei così convinto che la soluzione
migliore sia
quella dei due nodi con quorum condiviso ?
Lascia stare il "quorum condiviso". Se vuoi fare un cluster il quorum lo
realizzi come meglio credi (e in WS2008 non rappresenta un SPF); resta il
fatto che TI SERVE (e non ci piove) uno storage condiviso per metterci i
dati.
Poi hai delle alternative al clustering che ti vengono proposte da alcuni
prodotti e qui citavo il DFS per i file server ed il Database Mirroring per
SQL Server. Queste 2 tecnologie non hanno nulla a che vedere con il
clustering fermo restando che possono essere utilizzate per aumentare i
livelli di disponibilità di un file server e di un database server (da soli
o insieme ad un cluster).
Lascia un attimo da parte Exchange ed il CCR. Se vuoi un failover cluster TI
SERVE LO STORAGE CONDIVISO non tanto per il quorum (hai visto che ci sono
alternative che non richiedono il quorum su storage condiviso) ma per i dati
che dovrà gestire il cluster. PUNTO!
Poi, in alternativa o in maniera complementare ad un cluster, per SQL Server
puoi aumentare la protezione di uno o più database implementando il database
mirroring che ti da alcuni vantaggi rispetto al cluster (es: tempi di
failover ridotti, duplicazione dello storage, ecc) ma anche altri svantaggi
(è una feature a livello di database e non di istanza, quindi non copre i
database di sistema e deve essere implementato PER CIASCUN DATABASE CHE VUOI
PROTEGGERE).
Post by don
Ciao
Don
Bye
--
Luca Bianchi
Microsoft MVP - SQL Server
http://community.ugiss.org/blogs/lbianchi
don
2008-05-19 20:32:22 UTC
Permalink
Post by Luca Bianchi
Post by don
mah.. sono perplesso... allora se i cluster si possono fare utilizzando
alternative allo storage condiviso, e le varie applicazioni dispongono di
eventuali metodi alternativi che rendono 'inutile' lo storage condiviso,
NO, attenzione... gli altri NON SONO CLUSTER!!!
Post by don
visto che tale storage può costituire
il punto debole del sistema... perchè sei così convinto che la soluzione
migliore sia
quella dei due nodi con quorum condiviso ?
Lascia stare il "quorum condiviso". Se vuoi fare un cluster il quorum lo
realizzi come meglio credi (e in WS2008 non rappresenta un SPF); resta il
fatto che TI SERVE (e non ci piove) uno storage condiviso per metterci i
dati.
sono sempre più perplesso...
mi risulta che esistano diversi tipi di cluster: single node cluster, single
quorum device cluster e majority set node cluster..
Nel primo caso non è un vero cluster inq uanto la tipologia di cluster
particolare lo rende utile solo per
effettuare dei test di applicazioni e quindi non lo consideriamo
Nel secondo tipo di cluster abbiamo il quorum condiviso che mantiene la
copia definitiva della configurazione del cluster
e dei dati, mentre nel terzo tipo di cluster ogni nodo mantiene una propria
copia dei dati di configurazione e dei dati e viene
mantenuta la consistenza dei dati anche se i nodi sono geograficamente
distribuiti.
Lo svantaggio dell'ultima architettura sta nel fatto di dover usare un
maggior numero di server... ad esempio se voglio
una garanzia di funzionamento in caso di caduta di un nodo devo usare almeno
3 server, se voglio la garanzia di
funzionamento in caso di caduta di 2 serverdevo usare almeno 5 server.
A questo punto una volta che ho un cluster ad esempio con 5 nodi posso ad
esempio installare exchange che usa
CCR che guarda caso è l'acronimo di replica continua cluster.
Il vantaggio è quello di non avere la necessità di una'archiviazione
condivisa..
Ora.. mi spieghi perchè è MEGLIO usare una zona di memoria condivisa per
creare il cluster e memorizzare i dati
di exchange in tale zona ? che vantaggio ne ho ?
Che motivo c'era di mettere in pieti tutti i nuovi modelli di cluster
(inclusi quelli ibridi) se poi necessariamente devo usare
un storage condiviso per le applicazioni più diffuse quali exchange e SQL ?
che senso ha ad esempio disperdere i server geograficamente per poi avere
tutti i dati in un solo luogo ?
In pratica che me ne faccio di un majority set cluser ?
... ti assicuro che qualche perplessità nasce...

Ciao

Don
Luca Bianchi
2008-05-20 06:07:44 UTC
Permalink
Post by don
Nel secondo tipo di cluster abbiamo il quorum condiviso che mantiene la
copia definitiva della configurazione del cluster
e dei dati,
NO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
I dati sono su UN ALTRO DEVICE. Teoricamente puoi posizionare i dati sullo
stesso disco del quorum, ma è una prassi assolutamente sconsigliata
Post by don
mentre nel terzo tipo di cluster ogni nodo mantiene una propria copia dei
dati di configurazione e dei dati
Ancora NO (con gli stessi punti esclamativi di prima).
I dati anche qui NON SONO sui rispettivi nodi, ma in uno storage condiviso.
In un MNS solo il quorum viene "sostituito" dall'architettura stessa del
MNS. Tieni separati i concetti di quorum (e la sua destinazione d'uso) con i
dati che dovrà gestire il cluster
Post by don
A questo punto una volta che ho un cluster ad esempio con 5 nodi posso ad
esempio installare exchange che usa
CCR che guarda caso è l'acronimo di replica continua cluster.
Lo puoi fare per exchange e basta. Ripeto: si tratta di una specificità SOLO
di Exchange che finchè non rimuovi dalla tua testa continuerà a darti una
idea falsata di che cosa è un cluster.
Post by don
Ora.. mi spieghi perchè è MEGLIO usare una zona di memoria condivisa per
creare il cluster e memorizzare i dati
di exchange in tale zona ? che vantaggio ne ho ?
Lascia stare exchange (che tra l'altro non conosco) e parliamo di cluster (a
livello di sistema operativo). Nello storage condiviso ci metti i dati. Se
li mettessi localmente non sarebbe un cluster ma 2 server indipendenti fra
loro che con un meccanismo più o meno sofisticato, più o meno in tempo reale
(da quanto ne so il CCR di exchange è comunque asincrono) si replicano fra
loro i dati. E' quello che fa il DFS; e quello che fa il Database
Mirroring... ma NON NESSUNO DEI DUE E' UN CLUSTER!
Post by don
... ti assicuro che qualche perplessità nasce...
Facciamo una cosa... leggiti qualcuno di questi documenti

http://www.microsoft.com/windowsserver2003/technologies/clustering/resources.mspx

e poi avrai sicuramente una idea più chiara di cosa sia un cluster,
altrimenti continuiamo a parlare del nulla (peraltro in un ng dedicato alla
virtualizzazione)
Post by don
Ciao
Don
Bye
--
Luca Bianchi
Microsoft MVP - SQL Server
http://community.ugiss.org/blogs/lbianchi
don
2008-05-20 08:57:30 UTC
Permalink
Post by Luca Bianchi
http://www.microsoft.com/windowsserver2003/technologies/clustering/resources.mspx
e poi avrai sicuramente una idea più chiara di cosa sia un cluster,
altrimenti continuiamo a parlare del nulla (peraltro in un ng dedicato
alla virtualizzazione)
Mi sono letto:
http://download.microsoft.com/download/3/B/5/3B51A025-7522-4686-AA16-8AE2E536034D/WS2008%20Multi%20Site%20Clustering.doc
e da li, lasciando perdere il fatto che si cosiderino i server displocati
geograficamente ( ma se fossero nello stesso sito meglio ancora) mi sembra
che, per quello che a me serve, sia preferibile usare una struttura con più
server senza lo storage condiviso riuscendo comunque a supportare senza
problemi sia Exchange che SQL...quindi proverò ad usare 3 o 5 server con
huper-V... e vediamo come evolve la situazione.

Grazie comunque per le info

Ciao.
Luca Bianchi
2008-05-20 10:51:05 UTC
Permalink
preferibile usare una struttura con più server senza lo storage condiviso
riuscendo comunque a supportare senza problemi sia Exchange che
SQL...quindi proverò ad usare 3 o 5 server con huper-V... e vediamo come
evolve la situazione.
Spiegami solo come fai ad installare SQL Server su un cluster senza storage
condiviso... poi per me ovviamente va bene... :-)
Grazie comunque per le info
Ciao.
Bye
--
Luca Bianchi
Microsoft MVP - SQL Server
http://community.ugiss.org/blogs/lbianchi
don
2008-05-20 15:41:20 UTC
Permalink
Post by Luca Bianchi
preferibile usare una struttura con più server senza lo storage condiviso
riuscendo comunque a supportare senza problemi sia Exchange che
SQL...quindi proverò ad usare 3 o 5 server con huper-V... e vediamo come
evolve la situazione.
Spiegami solo come fai ad installare SQL Server su un cluster senza
storage condiviso... poi per me ovviamente va bene... :-)
Hai letto
http://download.microsoft.com/download/3/B/5/3B51A025-7522-4686-AA16-8AE2E536034D/WS2008%20Multi%20Site%20Clustering.doc ?

Ciao

Don
Luca Bianchi
2008-05-20 20:28:07 UTC
Permalink
Post by don
Hai letto
Good luck! ;-)
Post by don
Ciao
Don
Bye
--
Luca Bianchi
Microsoft MVP - SQL Server
http://community.ugiss.org/blogs/lbianchi
Continua a leggere su narkive:
Loading...